SEO on-site

La SEO on-site per il posizionamento sui motori di ricerca

La SEO on-site comprende tutte le attività necessarie all’ottimizzazione di codice, struttura e contenuti di un sito web. È la prima attività per il posizionamento sui motori di ricerca. Scopri come migliorare le performance del tuo sito web, contattami per un preventivo gratuito!


Ottimizzare un sito web

Cosa significa ottimizzare un sito web? Significa rendere tutti gli elementi che lo costituiscono “appetibili” ai motori di ricerca. Google e i suoi “colleghi”, infatti, posizionano i siti web sulla base di una serie di parametri (200, per la precisione). È molto importante, dunque, che ogni elemento (struttura, codice, contenuti ecc.) sia conforme alle linee-guida dei motori di ricerca.

La SEO on-site è per l’appunto l’ottimizzazione dei fattori interni che influiscono sul ranking (la posizione) di un sito.

La scelta delle keyword

La SEO on-site (o SEO on-page) comincia da qui: dall’individuazione delle keyword per le quali ci si vuole posizionare. Ti faccio un esempio. Sei un avvocato, svolgi la tua professione a Milano: logico che tu voglia farti trovare ogni qualvolta un utente cerca su Google “avvocato milano”.

Ovviamente il posizionamento non si effettua per una sola parola chiave, ma per tutte le keyword correlate a quella principale che, prese assieme, formano una coda lunga in grado di intercettare il pubblico giusto e sviluppare anche grandi volumi di traffico.

La scelta delle keyword è un’attività che svolgo di concerto con il cliente, tenendo conto delle caratteristiche del suo business (servizi, localizzazione ecc.) e dei suoi obiettivi. Da lì si delinea il piano strategico SEO che comprende, tra le altre cose, le attività di SEO on-page.

SEO on site: le attività

  • Ottimizzazione del codice. La qualità del codice è un fattore essenziale. Google valuta attentamente la pulizia dell’HTML ed è molto esigente!
  • Ottimizzazione della struttura del sito. Un sito ben posizionato sui motori di ricerca è un sito dalla struttura ordinata, con i contenuti raggruppati in aree tematiche e in profondità.
  • Ottimizzazione dei contenuti. Testi, foto e video vanno ottimizzati tenendo conto delle keyword per le quali ci si vuole posizionare.
  • Ottimizzazione degli url. Url, ovvero “unique resource locator”: sono gli indirizzi delle pagine del tuo sito, e vanno strutturati tenendo conto di alcuni importanti parametri.
  • Configurazione file robots.txt e .htaccess. Sono due file molto importanti, contengono delle direttive per i motori di ricerca e il comportamento del sito, e come tali vanno curati con la massima attenzione.
  • Configurazione sitemap.xml. La mappa dice ai motori di ricerca quali sono i contenuti presenti nel sito e come sono organizzati.
  • Miglioramento delle prestazioni del server. La velocità di caricamento delle pagine incide sul posizionamento. Migliorarla ti permetterà di avere utenti più soddisfatti e, soprattutto, le prime posizioni.
  • Verifica del sito su Google Search Console. E’ uno strumento di Google molto potente che permette, tra le altre cose, di monitorare l’indicizzazione del sito e la presenza di eventuali errori.

Vuoi migliorare la tua visibilità?

Richiedi subito un preventivo per una consulenza SEO, ottimizza il tuo sito web e raggiungi i primi posti sui motori di ricerca!