Ad - Web Hosting SiteGround - Creato per semplificare la gestione del sito. Clicca per scoprire di più.

Come aggiornare la versione PHP su WordPress

Una schermata scritta in PHP su un computer

PHP è un linguaggio di programmazione lato server utilizzato per creare siti web. WordPress, il CMS più popolare al mondo, è basato su PHP.

Aggiornare la versione PHP del tuo sito WordPress è importante per diversi motivi:

  • Nuove funzionalità e miglioramenti delle prestazioni
  • Correzioni di bug e vulnerabilità di sicurezza
  • Migliore compatibilità con i nuovi temi e plugin

Scopriamo insieme come procedere con questo importante aggiornamento. Ma prima, se non l’hai fatto, leggi la mia guida a WordPress 2024!

Controllare la versione PHP corrente

Il primo passo per aggiornare la versione PHP del tuo sito WordPress è controllare la versione PHP corrente. Puoi farlo accedendo alla Bacheca di WordPress e andando su Strumenti > Salute del sito.

Nella scheda Informazioni, espandi la sezione Server e scorri verso il basso fino a Versione di PHP.

Creare un backup

Prima di aggiornare la versione PHP del tuo sito WordPress, è sempre consigliabile creare una copia di backup. In questo modo, se qualcosa va storto, potrai ripristinare il tuo sito allo stato precedente.

Puoi creare un backup del tuo sito WordPress utilizzando un plugin di backup o il pannello di controllo del tuo hosting.

Se vuoi saperne di più, leggi qui come creare un backup di un sito WordPress.

Aggiornare la versione PHP tramite il pannello di controllo dell’hosting

La maggior parte degli hosting web offre la possibilità di aggiornare la versione PHP tramite il pannello di controllo.

I passaggi per farlo variano a seconda del provider di hosting. Se il tuo hosting è dotato di cPanel, la procedura è piuttosto semplice:

  1. Accedi al pannello di controllo dell’hosting
  2. Cerca l’app “PHP Selector Expert”
  3. Clicca sul pulsante “MultiPHP Manager”
  4. Seleziona il sito di cui vuoi cambiare la versione PHP
  5. Dal menu a tendina in alto a destra, seleziona la versione di PHP che vuoi associare al sito e clicca su “Apply”

In questo modo, hai modificato la versione di PHP associata a quel dato sito web.

Se il tuo hosting provider è Siteground, potrai svolgere questa operazione tramite il plugin SG Optimizer. In alternativa, puoi accedere al pannello di controllo dell’hosting e andare su: Siti Web > Site Tools (del sito che vogliamo controllare) > Sviluppatori > Gestione PHP.

Su Aruba, potrai modificare la versione PHP tramite il pannello di controllo. Ti basterà accedere al pannello associato al dominio su cui intendi lavorare. Da qui, dalla colonna di sinistra, selezionare l’opzione Hosting Linux – Strumenti e impostazioni > Scelta della versione PHP.

Aggiornare la versione PHP tramite il file .htaccess

Se il tuo hosting non offre la possibilità di aggiornare la versione PHP tramite il pannello di controllo, puoi farlo manualmente modificando il file .htaccess.

Per farlo, ti basterà aprile il file con un editor di testo e aggiungere il seguente codice:

AddHandler application/x-httpd-php74 .php

Sostituisci “74” con la versione PHP che desideri utilizzare.

Ad esempio, per attivare la versione PHP 8.1, dovresti aggiungere il seguente codice:

AddHandler application/x-httpd-php81 .php

Una volta aggiunto il codice, salva il file .htaccess e ricarica la pagina del tuo sito web.

Testare il sito web

Dopo aver aggiornato la versione PHP del tuo sito WordPress, è importante testarlo per assicurarti che tutto funzioni correttamente.

Apri il tuo sito web in un browser e verifica che tutte le pagine funzionino correttamente.

Se riscontri problemi, il consiglio è quello di ripristinare la vecchia versione di PHP. In alternativa, hai sempre la copia di backup.


Hai bisogno di un professionista esperto nella realizzazione di siti web? Contattaci per un preventivo senza impegno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *